FeedBack – Mucky Fingers (puntata pilota)

Ormai sono passati mesi, ricordo che c’era un metro di neve a terra, da quando il buon Luca Di Leo, mi parlò di questa idea, un format televisivo, in stile Cucine da Incubo per le band emergenti. I Compagni di viaggio li abbiamo trovati subito in Massimo Testa e Giuseppe Relmi con La Mela di Odessa, e abbiamo completato la troupe tecnica con Vincenzo di Lorenzo (fonico) e Gabriella De Crescenzo (Grafica e Animazioni).
In pochi mesi abbiamo realizzato questa puntata pilota con gli altrettanto buoni Mucky Fingers che desideravano dei consigli sull’arrangiamento di un brano che a loro stava molto a cuore.
Abbiamo cercato per diversi mesi di vendere questo format alle TV e Web TV locali. Il format è piaciuto, ma nessuno ci ha voluto investire più di 50 euro e, come vedrete, con 50 euro non ci pulivamo nemmeno il deretano (anche perché i deretani a ballare erano 5 o 6).
In conclusione vi proponiamo la puntata pilota su youtube, sperando che sia di vostro gradimento.

P.S. Se avete il numero di Murdock… non si sa mai

Titolo Format: FEEDBACK
Genere: Reportage/Live/Game
Puntate: 10+
Durata: 20 min
Target: Giovanile
Paese: Italia
Autore: Di Leo/Venturiero
Produzione: Edonè Films Production

in collaborazione con La Mela di Odessa
https://www.facebook.com/meladiodessa/

con la partecipazione dei maestri: Massimo Testa e Giuseppe Relmi.

Sito Web: https://edonefilms.com/home-2/

E-mail: luca.dileo1988@gmail.com / tylerdudner@hotmail.it

http://www.meladiodessa.it/

Recapiti Telefonici:
Luca Di Leo: 3202176496
Maurizio Venturiero: 3487264093
La Mela di Odessa: Chiama Tel: +39 825 666928 Mobile: +39 335 1011582

Idea Format:
“Feedback” è un contest di musica emergente che, grazie alle maggiori piattaforme social, si tramuta in un gioco interattivo in cui gli utenti non sono più semplici spettatori, ma i giurati che decreteranno il vincitore finale.
Nell’arco di 10+ episodi di breve durata (20+ minuti), verranno presentate, all’interno di una sala prove, 10+ band/solisti emergenti con interviste e contributi video (videoclip, es.). I suddetti presenteranno un brano inedito scarno, non ancora ragionato nella sua interezza: in pratica, l’idea di un brano musicale.
Due o più maestri, esperti del settore, dopo aver ascoltato il brano inedito proposto, valuteranno e indirizzeranno, tramite feedback, gli artisti verso possibili soluzioni musicali. Seguiremo, dunque, l’evoluzione, l’arrangiamento del brano durante l’intera puntata.
In seguito alla pubblicazione del video sui canali ufficiali del contest, il potere passa tra le mani degli utenti che, a suon di “mi piace”, voteranno per la/le band preferite.
Ultimata la pubblicazione dei video, verrà stilata una classifica e verrà eletta la band vincitrice del contest che riceverà in premio una serata live retribuita in un locale della provincia di Avellino e la realizzazione di un videoclip live di un brano a loro scelta.

Special Guest: Mucky Fingers

I Mucky Fingers nascono alla fine del 2013 ad Avellino dalle ceneri del primissimo progetto nato tra i banchi di scuola da Marco (Voce, percussioni), Alessio (Chitarra), Giuseppe (basso).

Ad entrare nel progetto arriva Emilio alla batteria e a gennaio 2014 la band comincia finalmente ad esibirsi dal vivo tra Avellino e dintorni.

A settembre 2014 iniziano i lavori che porteranno il gruppo a scrivere una decina di brani inediti in lingua Inglese, nel frattempo l’attività live continua e Mattia sostituisce Alessio alla chitarra.

Nel 2016 la band si arricchisce di un synth per arricchire il sound delle loro canzoni e arrivano i primi live fuori casa a Caserta, Napoli e in provincia di Salerno e Avellino. Ad Aprile 2016 esce su youtube un video in presa diretta registrato da Enrico Coppola dove si possono ascoltare due brani inediti della band (why not? (spring illusion) e Andy).

Durante l’estate 2016 tra le varie date i Mucky Fingers nel corso dello STAY Music Festival di Avellino organizzato dal Forum dei Giovani aprono la serata dei SELTON, band brasiliana che calca i palchi di tutta Italia.

Dal 20 Febbraio è disponibile sui principali canali streaming (Spotify, Deezer,Bandcamp, Soundcloud) il Primo Ep della band dal titolo: “Stupid stories for common people”.

CONTATTI:
@muckyfingersbandmusic
marksant23@hotmail.it
https://www.youtube.com/channel/UCgRTZk8GVC5Qvzdvw6iDeFA

https://www.instagram.com/muckyfingersband/?hl=it
https://www.youtube.com/channel/UCgRTZk8GVC5Qvzdvw6iDeFA
spotify:artist:1t483Z75LShqROZmgqq0Mz

.link video —> https://www.youtube.com/watch?v=wtPhSZz5XKU

.Facebook page – > https://www.facebook.com/muckyfingersbandmusic/?ref=bookmarks

.Youtube page – > https://www.youtube.com/channel/UCgRTZk8GVC5Qvzdvw6iDeFA

. Instagram–>
https://www.instagram.com/muckyfingersband/

. Bandcamp https://muckyfingersband.bandcamp.com/album/stupid-stories-for-common-people?

. Soundcloud

. Spotify

.Deezer
http://www.deezer.com/album/15267363?utm_source=deezer&utm_content=album-15267363&utm_term=1388631064_1487588618&utm_medium=web

. Tim Music
http://www.timmusic.it/www/album/300759837

. Play me
http://www.playme.com/it/artist/mucky-fingers_b816f0bc495cd04f8d127d271754022f

. Google Play
https://play.google.com/store/music/artist/Mucky_Fingers?id=Apym3ic4klwfsgtmq44cwzaj7iq&hl=it

. Amazon Mp3

https://www.amazon.com/Mucky-Fingers-Stupid-Stories-Common/dp/B01N6Y0FYH/ref=sr_1_1?s=dmusic&ie=UTF8&qid=1487587139&sr=1-1-mp3-albums-bar-strip-0&keywords=Mucky+Fingers

Annunci

Castellarte 2017: Avanti Pop – Il Documentario

Una Produzione video Edonè films
Regia, montaggio e fotografia di Maurizio Venturiero
Riprese video Eraldh Ricchards e Maurizio Venturiero
Grafica video: Gabriella De Crescenzo

Il documentario è sia un back Stage, che un resoconto delle tre serate del 28/28/30 luglio 2017, in cui si è svolta la XXIV edizione di Castellarte Festival internazionale di artisti in strada.

Per il tema della XXIV edizione del Festival Castellarte che si svolgerà dal 28 al 30 luglio 2017, abbiamo preso spunto da un movimento culturale (letterario, filosofico, musicale e artistico) sorto nella seconda metà degli anni ’90, che si propone di associare l’attenzione della Pop Art verso i beni di consumo e i mass media allo spirito sovversivo e alle radicali innovazioni formali dell’avanguardia.

Il termine Avant Pop, apparso per la prima volta in un disco del jazzista free Lester Bowie del 1984, vuole indicare appunto un linguaggio artistico nello stesso tempo popolare e sofisticato, innovativo e futuribile, consapevole della tradizione e proteso verso nuove possibilità. L’Avant-Pop è un’avanguardia nutrita di cultura popolare e internet; esaspera situazioni postmoderne, l’ibridazione e la contaminazione sono la sua estetica.

Questa è la formula scelta dalla XXIV edizione del Festival Castellarte adottando il tema “Avanti pop”, siamo partiti dal presupposto che in una società in crisi la necessità di raccontare diventa urgenza.

Raccontare significa ritrovare un legame profondo col contesto, una relazione partecipe, piuttosto che fredda e distaccata. Allora trovare la formula dell’immediatezza comunicativa è stata per noi naturale, legata alla nostra stessa missione che da tempo portiamo avanti con i nostri progetti, “cultura a portata di mano”, nella formula di sempre, dove l’arte è portata in scena ad un palmo dal pubblico.
http://www.castellarte.it

Potete trovare tutti i video di Castellarte qui:

https://edonefilms.com/castellarte/

Avanti Castellarte!

Il primo riepilogo della XXIV edizione di Castellarte che si è svolta tra il 28 e il 30 luglio 2017.

http://www.castellarte.it/home/

Produzione video EdonèFilms
https://edonefilms.com/

Il primo riepilogo lo trovate a questo link: https://www.youtube.com/watch?v=NpKZ3…

https://www.facebook.com/EdoneFilms/

Riprese di Eraldh Richards e Maurizio Venturiero
Montaggio di Maurizio Venturiero
Grafica video Gabriella De Crescenzo

“Per il tema della XXIV edizione del Festival Castellarte che si svolgerà dal 28 al 30 luglio 2017, abbiamo preso spunto da un movimento culturale (letterario, filosofico, musicale e artistico) sorto nella seconda metà degli anni ’90, che si propone di associare l’attenzione della Pop Art verso i beni di consumo e i mass media allo spirito sovversivo e alle radicali innovazioni formali dell’avanguardia.

Il termine Avant Pop, apparso per la prima volta in un disco del jazzista free Lester Bowie del 1984, vuole indicare appunto un linguaggio artistico nello stesso tempo popolare e sofisticato, innovativo e futuribile, consapevole della tradizione e proteso verso nuove possibilità. L’Avant-Pop è un’avanguardia nutrita di cultura popolare e internet; esaspera situazioni postmoderne, l’ibridazione e la contaminazione sono la sua estetica.

Questa è la formula scelta dalla XXIV edizione del Festival Castellarte adottando il tema “Avanti pop”, siamo partiti dal presupposto che in una società in crisi la necessità di raccontare diventa urgenza.

Raccontare significa ritrovare un legame profondo col contesto, una relazione partecipe, piuttosto che fredda e distaccata. Allora trovare la formula dell’immediatezza comunicativa è stata per noi naturale, legata alla nostra stessa missione che da tempo portiamo avanti con i nostri progetti, “cultura a portata di mano”, nella formula di sempre, dove l’arte è portata in scena ad un palmo dal pubblico”.

(fonte: http://www.castellarte.it)

Preview Avanti Pop Castellarte – Guappecartò Live @Tilt

Guappecartò è un gruppo musicale formatosi a Perugia nella primavera del 2004 quando l’attrice e regista Madleine Fischer (attrice, tra gli altri, nei film “Le Amiche” di Michelangelo Antonioni, “Lo Scapolo” di Antonio Pietrangeli con Alberto Sordi, “Siamo Donne” di Luchino Visconti, Roberto Rossellini, Luigi Zampa, Alfredo Guarini e Gianni Franciolini con Anna Magnani, Ingrid Bregmann), propone loro la realizzazione della colonna sonora destinata al film “Uroboro”.
Ultimata la composizione dei 19 brani che danno vita al progetto della Fischer , prende il via un’intensa stagione di concerti che porterà la band oltralpe e per la precisione in Francia, dove decide di stabilirsi eleggendo Parigi come luogo di partenza ideale per le future tournée in Europa. Provenienti ognuno da esperienze e gusti musicali di generi diversi, i 5 componenti di Guappecartò si propongono come un laboratorio di musiche cosmopolite. E’ ben riconoscibile la componente tzigana al pari di quella mediterranea ma ugualmente giocano un ruolo centrale il valzer ed il tango che si mescolano ad arie che sfiorano la musica classica. I suoni sono quelli della tradizione popolare, il sound, invece, deriva da un armonioso mix di culture e generi che la band ha potuto conoscere ed assorbire per le strade e tra la gente di tutta Europa oltre che nei Buskers di Germania, Francia, Svizzera, Austria, Spagna, Portogallo, Italia, Belgio… Questo accorato mélange stilistico mette presto in evidenza la possibilità di utilizzare i brani composti in diversi contesti artistici.

Nel 2008 sono invitati al programma “l’oreille d’un sourd” , una diretta di 30 minuti alla radio nazionale francese “France Culture”. Nel 2013 Radio Popolare trasmette un documentario audio di AnaisPoirot che narra le vicende del gruppo dalle prime note fino ai giorni nostri (trasmissione “Jalla Jalla”) e li riospita, poco tempo dopo, per una nuova puntata di 30 minuti. Nel 2014 Valerio Corzani dedica loro una diretta audio e video da Matera nella puntata “File Urbani” in occasione di “Materadio”, palinsesto di radio3 installatosi a Matera per 3 giornate di intensa programmazione.
Nel 2013 il regista Alessandro Rak decide di arricchire, con tre titoli firmati Guappecartò,la colonna sonora del suo grandissimo successo “L’arte della felicità”. Film d’animazione “Evento Speciale” al 70 Festival dell’Arte Cinematografica di Venezia.

Guappecartò -1

Il 19 e 20 Dicembre il gruppo presenterà a Parigi una versione teatrale del proprio concerto, un evento voluto, scritto e diretto dall’acclamato regista, autore ed attore partenopeo Fabio Marra, da diversi anni punto fermo del teatro parigino.
I “Five Quartet Trio” hanno eletto la loro musica e la loro presenza scenica come la più idonea a valorizzare le acrobazie e i virtuosismi di giocoleria che animeranno il nuovo show nel prossimo 2015. Inoltre, negli ultimi due anni, mettono in atto a più riprese l’idea di portare la loro musica nelle carceri francesi, per dei concerti accessibili esclusivamente ai prigionieri. Un progetto teso ad evolvere nel 2015 con l’intenzione di integrare l’attiva partecipazione dei detenuti su alcuni brani che saranno creati espressamente per l’occasione. Negli ultimi mesi del 2015 verrà ultimato il disco di “Neripè” prodotto da Stefano Piro (premio della critica a Sanremo) e registrato da Laurent Depuy (Alfa Blondie, Angelique Kidjo) in occasione del quale i Guappecartò accompagneranno la voce dell’attrice e cantante Francesca Risoli in un repertorio di canzoni originali dedicate alle donne che hanno lasciato il segno nella storia passata e recente.

Guappecartò -2
A Novembre 2014 è stata ultimata la realizzazione di “Rockambolés!”, il terzo album dei Guappecartò, dopo “L’amour c’est pas Grave” (2010) e l’omonimo “Guappecarto’” (2012), che deve il suo nome all’ennesima sfida accolta dalla band, quella di registrare un disco, affidandosi un po’ al caso, in locali e sale diverse qualora l’occasione si presentasse, coi mezzi trovati in loco oppure forniti da motivati sostenitori del progetto, per consacrare all’eternità i brani prescelti in una veste ogni volta diversa e carica della forza che solo l’estemporaneità è capace di generare. Il disco, co-prodotto con Stefano Piro, è uscito ad Aprile 2014 in Italia.
(fonte: http://www.guappecarto.com)

 

Guappecartò

Castellarte si svolgerà dal 28 al 30 luglio prossimo, la XXIV edizione di una manifestazione nata proprio per valorizzare il Borgo di Capocastello, un tempo abbandonato e ora visitato ogni anno dagli oltre 50.000 visitatori che partecipano ogni anno a Castellarte.
http://www.castellarte.it/home/

Restate sintonizzati su EdonèFilms per ricevere continui aggiornamenti sul festival.

17991128_1380077785386681_4186571142161976998_n

https://edonefilms.com/

https://www.facebook.com/EdoneFilms/

Riprese di Eraldh Richards e Maurizio Venturiero
Montaggio di Maurizio Venturiero
Grafica video Gabriella De Crescenzo

Castellarte 2016 -Ritmi di Festa – Fantasia pura italiana

Fantasia Pura Italiana è un progetto musicale dal sapore tutto toscano.Nato quasi per gioco tra sei amici che nel 2009, forti della loro grande passione per la musica, decidono di registrare un primo EP e si trasferiscono a Roma per “nutrirsi” del panorama musicale della capitale.

A Roma viene registrato il secondo EP dal titolo “l’eSGAMOtage” accompagnato dall’omonimo videoclip.
Il 2013 è l’anno in cui la vera anima poetica ed ironica della band emerge e a brani cantautoriali si alternano incursioni teatrali, sketch e improvvisazioni che danno vita ad uno spettacolo live unico.

Nel 2014 viene registrato il singolo “Senator G.Boni”, la band si aggiudica il titolo di “Best Arezzo Wave Band Toscana 2014” e vince il Concorso “Indie Time” del “Marea Festival” di Fucecchio.
Dopo un’ intensa attivita live caratterizzata da piu di 100 date in giro per lo Stivale su prestigiosi palchi come quelli dell’ “Arezzo Wave”, “Marea Festival”, “Aspettando Metarock”, “MusicaW Festival”, “Frogstock Festival”, il gruppo registra a dicembre 2014 il primo album dal titolo “Buon Appetito” presso il Real Sound studio di Milano.

L’album co-prodotto da Maciste Dischi, è stato realizzato grazie ad una campagna di Crowdfunding sulla piattaforma Musicraiser ricevendo sostegno da numerosi “raisers” per questa prima uscita discografica.
I Fantasia Pura Italiana sono Fabrizio Ganugi (Voce) Francesco Gori (Voce – Recitazione) Ivan Crisci (Chitarra Elettrica) Tiziano Nieri (Tastiere) Claudio Brambilla (Basso) Alessio Tanzini (Batteria) un sestetto esplosivo ed eclettico capace di mescolare con grande maestria suoni, poesia, ironia, esuberanza, sarcasmo e teatralita.

Castellarte 2016 – Ritmi di festa – I Musicanti del Vento

Nati nel 2008, I Musicanti del Vento hanno da subito affiancato alla matrice popolare calabrese le loro composizioni originali dal forte contenuto sociale che, nel 2009, pubblicano nel loro primo disco “Anime Deserte” con cui partecipano alle finali del “Biella Festival” e al “Musicultura Festival”.

Nel 2010 esce “L’Isola dei Burattini” che contiene il brano “La cacca” che arriva III al Lennon Festival 2010; il videoclip di “Zappo la terra” nel 2013 vince il Gran Premio Manente, sempre nel 2013 i MDV arrivano alle finali del Premio De André.

Nel 2015 pubblicano “Preferisco la cantina” che celebra questo luogo di socialità e contatto umano reale; arrivano IV al “Mnext del Primo Maggio di Roma” e aprono il concerto di Manu Chao in Calabria oltre a suonare al “Revolution Camp” di Paestum e al “Kaulonia Tarantella Festival”. A ottobre si esibiscono al raduno nazionale del M5S a Imola davanti a oltre 20.000 persone e in diretta su Sky e poi anche al Medimex di Bari in rappresentanza del “1MNext” del Primo Maggio di Roma.

Il gruppo è formato da: Fabio Nicoletti, chitarra; Paolo Presta,fisarmonica e organetto; Daniele Nicoletti, basso elettrico; Antonio De Paoli, violino; Ciroberto Caputo, tromba; Gianluca Bennardo, trombone; Diego Soda, chitarra acustica, elettrica e mandolino; Bruno Aloise, chitarra classica e Gabriele Di Nardo, batteria e percussioni.

Castellarte 2016

Castellarte 2016 – Ritmi di festa #WorkinProgress

Castellarte 2016 – Ritmi di festa – Promo – Giorno 1

Castellarte 2016 – Ritmi di festa – Promo – Giorno 2

Castellarte 2016 – Ritmi di festa – Promo – Giorno 3