Recording Memories -i 10 anni di Solofra Film Festival: trailer & clip

sinossi
“Recording Memories” è un documentario che racconta i primi 10 anni del festival di cortometraggi Solofra Film Festival. Questi 10 anni sono narrati dal suo direttore Federico Curci e da altri compagni di viaggio (collaboratori, giurati, figure politiche e artistiche) che ne hanno permesso la nascita e l’esistenza. Nelle loro parole vengono ricordate le soddisfazioni, ma, in particolare, le sfide che si sono susseguite negli anni su un territorio in cui fare arte non è sempre semplice.

Trailer:

Clip #1

Clip #2

Brano “Parole che non vuoi” è di Marco Iantosca contenuto nell’album “Nascosto dentro me”.

Disponibile su:

https://itunes.apple.com/us/album/par…

https://open.spotify.com/album/0GNTKt…

Il Brano Le Cose Che Tornano’, è de La Jeunesse Dorée estratto dall’album “Saremo Santi, Un Giorno”.

Disponibile su:

Audioglobe http://bit.ly/1rdQNPG

Spotify http://bit.ly/1uDLr1b

 

Locandina:

locandina a 5

Produzione: EdonèFilms Associazione Cinematografica e Artis Films

Regia di Maurizio Venturiero
Grafica e animazioni video: Gabriella De Crescenzo
Musiche: La Jeunesse Dorée, Marco Iantosca e Guernica
Con Marika Borrelli, Alfonso Bruno, Donatella de Bartolomeis, Federico Curci, Antonio D’Emilio, Tonino Di Stasio, Libero Florio, Giuseppe Christian Gàeta, Pasquale Gaeta, Raffaele Ingino, Paolo Langella (Charlie Tramp), Nicola Pierro, Alfonso Sammarco, Gabriella, Anna Marchesano.

Annunci

“Recording Memories – 10 anni di Solofra FilmFestival” proiezione fuori concorso al Festival Laceno D’oro

Sabato 9 dicembre alle ore 16.00, Cinema Partenio, sala 1 Avellino “Recording Memories – 10 anni di Solofra FilmFestival” del regista Maurizio Venturiero verrà proiettato fuori concorso al Festival Internazionale del cinema “Laceno d’Oro”. http://www.lacenodoro.it/focus-irpinia/

Di seguito la Locandina e il trailer del documentario

locandina a 5

 

sinossi
“Recording Memories” è un documentario che racconta i primi 10 anni del festival di cortometraggi Solofra Film Festival. Questi 10 anni sono narrati dal suo direttore Federico Curci e da altri compagni di viaggio (collaboratori, giurati, figure politiche e artistiche) che ne hanno permesso la nascita e l’esistenza. Nelle loro parole vengono ricordate le soddisfazioni, ma, in particolare, le sfide che si sono susseguite negli anni su un territorio in cui fare arte non è sempre semplice.

Galleria di Immagini

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Produzione: EdonèFilms Associazione Cinematografica e Artis Films

Regia di Maurizio Venturiero
Grafica e animazioni video: Gabriella De Crescenzo
Musiche: La Jeunesse Dorée, Marco Iantosca e Guernica
Con Marika Borrelli, Alfonso Bruno, Donatella de Bartolomeis, Federico Curci, Antonio D’Emilio, Tonino Di Stasio, Libero Florio, Giuseppe Christian Gàeta, Pasquale Gaeta, Raffaele Ingino, Paolo Langella (Charlie Tramp), Nicola Pierro, Alfonso Sammarco, Gabriella, Anna Marchesano.

FeedBack – Mucky Fingers (puntata pilota)

Ormai sono passati mesi, ricordo che c’era un metro di neve a terra, da quando il buon Luca Di Leo, mi parlò di questa idea, un format televisivo, in stile Cucine da Incubo per le band emergenti. I Compagni di viaggio li abbiamo trovati subito in Massimo Testa e Giuseppe Relmi con La Mela di Odessa, e abbiamo completato la troupe tecnica con Vincenzo di Lorenzo (fonico) e Gabriella De Crescenzo (Grafica e Animazioni).
In pochi mesi abbiamo realizzato questa puntata pilota con gli altrettanto buoni Mucky Fingers che desideravano dei consigli sull’arrangiamento di un brano che a loro stava molto a cuore.
Abbiamo cercato per diversi mesi di vendere questo format alle TV e Web TV locali. Il format è piaciuto, ma nessuno ci ha voluto investire più di 50 euro e, come vedrete, con 50 euro non ci pulivamo nemmeno il deretano (anche perché i deretani a ballare erano 5 o 6).
In conclusione vi proponiamo la puntata pilota su youtube, sperando che sia di vostro gradimento.

P.S. Se avete il numero di Murdock… non si sa mai

Titolo Format: FEEDBACK
Genere: Reportage/Live/Game
Puntate: 10+
Durata: 20 min
Target: Giovanile
Paese: Italia
Autore: Di Leo/Venturiero
Produzione: Edonè Films Production

in collaborazione con La Mela di Odessa
https://www.facebook.com/meladiodessa/

con la partecipazione dei maestri: Massimo Testa e Giuseppe Relmi.

Sito Web: https://edonefilms.com/home-2/

E-mail: luca.dileo1988@gmail.com / tylerdudner@hotmail.it

http://www.meladiodessa.it/

Recapiti Telefonici:
Luca Di Leo: 3202176496
Maurizio Venturiero: 3487264093
La Mela di Odessa: Chiama Tel: +39 825 666928 Mobile: +39 335 1011582

Idea Format:
“Feedback” è un contest di musica emergente che, grazie alle maggiori piattaforme social, si tramuta in un gioco interattivo in cui gli utenti non sono più semplici spettatori, ma i giurati che decreteranno il vincitore finale.
Nell’arco di 10+ episodi di breve durata (20+ minuti), verranno presentate, all’interno di una sala prove, 10+ band/solisti emergenti con interviste e contributi video (videoclip, es.). I suddetti presenteranno un brano inedito scarno, non ancora ragionato nella sua interezza: in pratica, l’idea di un brano musicale.
Due o più maestri, esperti del settore, dopo aver ascoltato il brano inedito proposto, valuteranno e indirizzeranno, tramite feedback, gli artisti verso possibili soluzioni musicali. Seguiremo, dunque, l’evoluzione, l’arrangiamento del brano durante l’intera puntata.
In seguito alla pubblicazione del video sui canali ufficiali del contest, il potere passa tra le mani degli utenti che, a suon di “mi piace”, voteranno per la/le band preferite.
Ultimata la pubblicazione dei video, verrà stilata una classifica e verrà eletta la band vincitrice del contest che riceverà in premio una serata live retribuita in un locale della provincia di Avellino e la realizzazione di un videoclip live di un brano a loro scelta.

Special Guest: Mucky Fingers

I Mucky Fingers nascono alla fine del 2013 ad Avellino dalle ceneri del primissimo progetto nato tra i banchi di scuola da Marco (Voce, percussioni), Alessio (Chitarra), Giuseppe (basso).

Ad entrare nel progetto arriva Emilio alla batteria e a gennaio 2014 la band comincia finalmente ad esibirsi dal vivo tra Avellino e dintorni.

A settembre 2014 iniziano i lavori che porteranno il gruppo a scrivere una decina di brani inediti in lingua Inglese, nel frattempo l’attività live continua e Mattia sostituisce Alessio alla chitarra.

Nel 2016 la band si arricchisce di un synth per arricchire il sound delle loro canzoni e arrivano i primi live fuori casa a Caserta, Napoli e in provincia di Salerno e Avellino. Ad Aprile 2016 esce su youtube un video in presa diretta registrato da Enrico Coppola dove si possono ascoltare due brani inediti della band (why not? (spring illusion) e Andy).

Durante l’estate 2016 tra le varie date i Mucky Fingers nel corso dello STAY Music Festival di Avellino organizzato dal Forum dei Giovani aprono la serata dei SELTON, band brasiliana che calca i palchi di tutta Italia.

Dal 20 Febbraio è disponibile sui principali canali streaming (Spotify, Deezer,Bandcamp, Soundcloud) il Primo Ep della band dal titolo: “Stupid stories for common people”.

CONTATTI:
@muckyfingersbandmusic
marksant23@hotmail.it
https://www.youtube.com/channel/UCgRTZk8GVC5Qvzdvw6iDeFA

https://www.instagram.com/muckyfingersband/?hl=it
https://www.youtube.com/channel/UCgRTZk8GVC5Qvzdvw6iDeFA
spotify:artist:1t483Z75LShqROZmgqq0Mz

.link video —> https://www.youtube.com/watch?v=wtPhSZz5XKU

.Facebook page – > https://www.facebook.com/muckyfingersbandmusic/?ref=bookmarks

.Youtube page – > https://www.youtube.com/channel/UCgRTZk8GVC5Qvzdvw6iDeFA

. Instagram–>
https://www.instagram.com/muckyfingersband/

. Bandcamp https://muckyfingersband.bandcamp.com/album/stupid-stories-for-common-people?

. Soundcloud

. Spotify

.Deezer
http://www.deezer.com/album/15267363?utm_source=deezer&utm_content=album-15267363&utm_term=1388631064_1487588618&utm_medium=web

. Tim Music
http://www.timmusic.it/www/album/300759837

. Play me
http://www.playme.com/it/artist/mucky-fingers_b816f0bc495cd04f8d127d271754022f

. Google Play
https://play.google.com/store/music/artist/Mucky_Fingers?id=Apym3ic4klwfsgtmq44cwzaj7iq&hl=it

. Amazon Mp3

https://www.amazon.com/Mucky-Fingers-Stupid-Stories-Common/dp/B01N6Y0FYH/ref=sr_1_1?s=dmusic&ie=UTF8&qid=1487587139&sr=1-1-mp3-albums-bar-strip-0&keywords=Mucky+Fingers

Castellarte 2017: Avanti Pop – Il Documentario

Una Produzione video Edonè films
Regia, montaggio e fotografia di Maurizio Venturiero
Riprese video Eraldh Ricchards e Maurizio Venturiero
Grafica video: Gabriella De Crescenzo

Il documentario è sia un back Stage, che un resoconto delle tre serate del 28/28/30 luglio 2017, in cui si è svolta la XXIV edizione di Castellarte Festival internazionale di artisti in strada.

Per il tema della XXIV edizione del Festival Castellarte che si svolgerà dal 28 al 30 luglio 2017, abbiamo preso spunto da un movimento culturale (letterario, filosofico, musicale e artistico) sorto nella seconda metà degli anni ’90, che si propone di associare l’attenzione della Pop Art verso i beni di consumo e i mass media allo spirito sovversivo e alle radicali innovazioni formali dell’avanguardia.

Il termine Avant Pop, apparso per la prima volta in un disco del jazzista free Lester Bowie del 1984, vuole indicare appunto un linguaggio artistico nello stesso tempo popolare e sofisticato, innovativo e futuribile, consapevole della tradizione e proteso verso nuove possibilità. L’Avant-Pop è un’avanguardia nutrita di cultura popolare e internet; esaspera situazioni postmoderne, l’ibridazione e la contaminazione sono la sua estetica.

Questa è la formula scelta dalla XXIV edizione del Festival Castellarte adottando il tema “Avanti pop”, siamo partiti dal presupposto che in una società in crisi la necessità di raccontare diventa urgenza.

Raccontare significa ritrovare un legame profondo col contesto, una relazione partecipe, piuttosto che fredda e distaccata. Allora trovare la formula dell’immediatezza comunicativa è stata per noi naturale, legata alla nostra stessa missione che da tempo portiamo avanti con i nostri progetti, “cultura a portata di mano”, nella formula di sempre, dove l’arte è portata in scena ad un palmo dal pubblico.
http://www.castellarte.it

Potete trovare tutti i video di Castellarte qui:

https://edonefilms.com/castellarte/

Castellarte 2017 – Avanti Pop – La Lumanera

 

La Lumanèra nasce nel giugno 2004. Musicisti irpini provenienti da diverse esperienze musicali trovano un linguaggio comune attraverso la musica folk del Sud Italia.
Il nome del gruppo deriva da “‘a lumanèra “, termine usato nel borgo di Capocastello a Mercogliano, che sta ad indicare il cosiddetto “focarone” antica tradizione presente in molti paesi dell’Irpinia e del Sud Italia.
La Lumanera contamina le proprie radici musicali con i suoni del mondo. Attinge dalla carnalità della tradizione campana la forza per un viaggio musicale attuale, partendo dalle proprie radici e con lo sguardo volto alla cultura mediterranea e a quella latinoamericana, con curiosità e cura.
Questo “sentimento” si sviluppa mantenendo sempre vivi quei canoni di fascino verace e di divertimento che sono l’essenza stessa della musica popolare, proponendo un concerto di brani tradizionali riarrangiati e brani inediti
Oggi, dopo più di dieci anni di rassegne, manifestazioni musicali, feste di piazza e serenate, la Lumanera è diventata un “famiglia” musicale, dove abitano musicisti che hanno da condividere suoni e passioni, altrimenti non avrebbe più modo di esistere.
Il gruppo è formato da: Massimo Vietri – chitarra classica, voce; Maria Irpino – tammorra, castagnette e voce; Diego Iannaccone – basso; Gioacchino Acierno – organetto e voce; Walter Vivarelli – percussioni e tamburi a cornice; Massimo Testa – chitarra acustica e Fabio Soriano – fiati.
(fonte: http://www.castellarte.it)

Produzione video EdonèFilms
https://edonefilms.com/

Riprese: Eraldh Richards e Maurizio Venturiero
Montaggio: Maurizio Venturiero
Grafica e Animazioni: Gabriella De Crescenzo

http://www.castellarte.it

Castellarte 2017 – Avanti Pop – La Sbrindola

La Sbrindola è un duo formato dal giocoliere e performer Leonardo Cristiani e dal percussionista Marco Macchione.
Leonardo Cristiani inizia ad esibirsi a 14 anni. La sua poliedrica ruota attorno allo studio del corpo e delle sue possibilità espressive. Negli anni partecipa a progetti internazionali, formazioni e compagnie internazionali come la “FAAAC” in Francia e Polonia, la scuola di circo “Flic” di Torino, la compagnia “Jonglorson”, la compagnia “Tau” con Emilia Taurisano, il collettivo “Led Lemon Project”.
Marco Macchione inizia a suonare la batteria a 13 anni, si dedica in seguito alla musica, all’arte di strada, al design e all’organizzazione di eventi socio-culturali e musicali. Lo studio del ritmo lo porta a sviluppare l’idea che “ogni cosa può essere suonata”. Sempre alla ricerca di nuove sperimentazioni, è attualmente impegnato in progetti come “Novotam Project”, “Raccattabanda” e “Synthonia”.
Il loro spettacolo nasce nel 2008, durante un viaggio in Ungheria, e racconta dell’incontro a Budapest con Fabrizio il Gorilla che, nella notte di Capodanno, diventa subito il deus ex machina dello show. Mescolando la forsennata e incredibile ricerca musicale con l’estroversa e bizzarra giocoleria, i due artisti creano uno spettacolo di grandissimo livello energetico, d’imprevedibile delirio e di grande coinvolgimento per il pubblico.

Di loro ha detto Caparezza: “Ho conosciuto i ragazzi della Sbrindola durante le riprese di un mio videoclip. Sono dei pazzi scatenati che hanno la creatività strabordante di Zappa e l’energia devastante dei Sex Pistols. Se volete, potete chiamarli semplicemente artisti di strada, a patto che la strada in questione sia su Marte”.
(fonte: http://www.castellarte.it)

Produzione video EdonèFilms
https://edonefilms.com/

Riprese: Eraldh Richards
Montaggio: Maurizio Venturiero
Grafica e Animazioni: Gabriella De Crescenzo

http://www.castellarte.it

Castellarte – Avanti Pop – The Easy Lovers

Cinque amici provenienti da esperienze musicali eterogenee hanno trovato nella frenesia dei Sixties il comune denominatore della loro proposta attingendo tanto al beat inglese quando al garage targato U.S.A. che coinvolgere il pubblico in un tripudio di entusiasmo contagioso.
(fonte: http://www.castellarte.it)

Produzione video EdonèFilms
https://edonefilms.com/

Riprese: Eraldh Richards
Montaggio: Maurizio Venturiero
Grafica e Animazioni: Gabriella De Crescenzo

http://www.castellarte.it