Recording Memories – 10 anni di Solofra Film Festival

“Recording Memories” è un documentario che racconta i primi 10 anni del festival di cortometraggi Solofra Film Festival. Questi 10 anni sono narrati dal suo direttore Federico Curci e da altri compagni di viaggio (collaboratori, giurati, figure politiche e artistiche) che ne hanno permesso la nascita e l’esistenza. Nelle loro parole vengono ricordate le soddisfazioni, ma, in particolare, le sfide che si sono susseguite negli anni su un territorio in cui fare arte non è sempre semplice.

Produzione: EdonèFilms Associazione Cinematografica e Artis Films

Regia di Maurizio Venturiero

Consulente creativo: Federico Curci

Grafica e animazioni video: Gabriella De Crescenzo

Musiche: La Jeunesse Dorée, Marco Iantosca e Guernica

Con Marika Borrelli, Alfonso Bruno, Donatella de Bartolomeis, Federico Curci, Antonio D’Emilio, Tonino Di Stasio, Libero Florio, Giuseppe Christian Gàeta, Pasquale Gaeta, Raffaele Ingino, Paolo Langella, Nicola Pierro, Alfonso Sammarco, Gabriella Sapgnuolo, Anna Marchesano.

Locandina:

locandina a 5

Seguici anche su FB:

https://www.facebook.com/EdoneFilms/

Annunci

Recording Memories -i 10 anni di Solofra Film Festival: trailer & clip

sinossi
“Recording Memories” è un documentario che racconta i primi 10 anni del festival di cortometraggi Solofra Film Festival. Questi 10 anni sono narrati dal suo direttore Federico Curci e da altri compagni di viaggio (collaboratori, giurati, figure politiche e artistiche) che ne hanno permesso la nascita e l’esistenza. Nelle loro parole vengono ricordate le soddisfazioni, ma, in particolare, le sfide che si sono susseguite negli anni su un territorio in cui fare arte non è sempre semplice.

Trailer:

Clip #1

Clip #2

Brano “Parole che non vuoi” è di Marco Iantosca contenuto nell’album “Nascosto dentro me”.

Disponibile su:

https://itunes.apple.com/us/album/par…

https://open.spotify.com/album/0GNTKt…

Il Brano Le Cose Che Tornano’, è de La Jeunesse Dorée estratto dall’album “Saremo Santi, Un Giorno”.

Disponibile su:

Audioglobe http://bit.ly/1rdQNPG

Spotify http://bit.ly/1uDLr1b

 

Locandina:

locandina a 5

Produzione: EdonèFilms Associazione Cinematografica e Artis Films

Regia di Maurizio Venturiero
Grafica e animazioni video: Gabriella De Crescenzo
Musiche: La Jeunesse Dorée, Marco Iantosca e Guernica
Con Marika Borrelli, Alfonso Bruno, Donatella de Bartolomeis, Federico Curci, Antonio D’Emilio, Tonino Di Stasio, Libero Florio, Giuseppe Christian Gàeta, Pasquale Gaeta, Raffaele Ingino, Paolo Langella (Charlie Tramp), Nicola Pierro, Alfonso Sammarco, Gabriella, Anna Marchesano.

Cine Prime – Giorno 4 – Proiezione di Un paese quasi perfetto e consegna del premio Cine Prime

 
CINE PRIME
L’idea alla base de Le giornate delle opere prime è quella di creare una inedita manifestazione per la promozione, la diffusione e l’approfondimento cinematografico per quanto riguarda le opere prime, ovvero il primo film di un regista.
Un’occasione di incontro e di scambio il cui obiettivo originario risiede nella scoperta dei giovani talenti della cinematografia italiana e nell’orientarsi nel vasto mare delle opere prime.
Aspirando ad essere un punto di riferimento importante per tutti gli artisti che decidono di cimentarsi con la regia cinematografica. Facendo della manifestazione una sorta di spazio di incontro tra gli autori esordienti, il pubblico, la critica e gli operatori del settore.
Non è un obiettivo secondario la promozione del cinema ingenerale nelle aree interne, quale è l’entroterra campano, privo di un’offerta adeguata nella sfera cinematografica.

TUTTE LE PROIEZIONI SARANNO PRESENTATE DAL REGISTA E VEDRANNO LA PARTECIPAZIONE DI ATTORI DEL CAST.

UN PAESE QUASI PERFETTO

REGIA: Massimo Gaudioso.

CAST: Fabio Volo, Silvio Orlando, Carlo Buccirosso, Nando Paone, Miriam Leone, Gea Martire.

TRAMA: In un piccolo villaggio verrà costruita una nuova fabbrica, a patto che gli abitanti convincano un medico a stabilirsi dalle loro parti. Motivati come non mai, gli abitanti elaborano un piano strategico per convincere il dottore.

DURATA: 92 min.

NAZIONE: Italia.

GENERE: Commedia.

PROIEZIONE: 02/04/2017
Sala Blu ex Carcere Borbonico
Avellino.

17426211_302062746879090_1230918209866282501_n17626319_302065746878790_5470476709169845639_n

Riprese di Maurizio Venturiero e Federico Curci
Montaggio di Maurizio Venturiero
PH. Fabio Stornaiuolo

Cine Prime – Giorno 3 – Proiezione Lettere a mia figlia e consegna del Premio Rita Ucci

Riprese di Maurizio Venturiero e Federico Curci
Montaggio di Maurizio Venturiero.

CINE PRIME
L’idea alla base de Le giornate delle opere prime è quella di creare una inedita manifestazione per la promozione, la diffusione e l’approfondimento cinematografico per quanto riguarda le opere prime, ovvero il primo film di un regista.
Un’occasione di incontro e di scambio il cui obiettivo originario risiede nella scoperta dei giovani talenti della cinematografia italiana e nell’orientarsi nel vasto mare delle opere prime.
Aspirando ad essere un punto di riferimento importante per tutti gli artisti che decidono di cimentarsi con la regia cinematografica. Facendo della manifestazione una sorta di spazio di incontro tra gli autori esordienti, il pubblico, la critica e gli operatori del settore.
Non è un obiettivo secondario la promozione del cinema ingenerale nelle aree interne, quale è l’entroterra campano, privo di un’offerta adeguata nella sfera cinematografica.

TUTTE LE PROIEZIONI SARANNO PRESENTATE DAL REGISTA E VEDRANNO LA PARTECIPAZIONE DI ATTORI DEL CAST.

LETTERE A MIA FIGLIA

REGIA: Giuseppe Alessio Nuzzo.

CAST: Leo Gullotta, Diane Patierno, Viola Varese.

TRAMA: È sera. Un uomo è intento a scrivere una lettera a sua
figlia…Cosa significa perdere la memoria?

DURATA: 12 min.

NAZIONE: Italia.

GENERE: Drammatico.

PROIEZIONE: 30/3/2017
Sala Blu ex Carcere Borbonico
Avellino.

Cine Prime -Giorno 2 – Il Bambino di Vetro

CINE PRIME
L’idea alla base de Le giornate delle opere prime è quella di creare una inedita manifestazione per la promozione, la diffusione e l’approfondimento cinematografico per quanto riguarda le opere prime, ovvero il primo film di un regista.
Un’occasione di incontro e di scambio il cui obiettivo originario risiede nella scoperta dei giovani talenti della cinematografia italiana e nell’orientarsi nel vasto mare delle opere prime.
Aspirando ad essere un punto di riferimento importante per tutti gli artisti che decidono di cimentarsi con la regia cinematografica. Facendo della manifestazione una sorta di spazio di incontro tra gli autori esordienti, il pubblico, la critica e gli operatori del settore.
Non è un obiettivo secondario la promozione del cinema ingenerale nelle aree interne, quale è l’entroterra campano, privo di un’offerta adeguata nella sfera cinematografica.

TUTTE LE PROIEZIONI SARANNO PRESENTATE DAL REGISTA E VEDRANNO LA PARTECIPAZIONE DI ATTORI DEL CAST.

Riprese di Maurizio Venturiero e Federico Curci
Montaggio di Maurizio Venturiero.

Foto di copertina di Fabio Stornaiuolo

 

IL BAMBINO DI VETRO

REGIA: Federico Cruciani.

CAST: Paolo Briguglia, Vincenzo Ragusa, Chiara Muscato, Claudio Collovà, Fabrizio Romano.

TRAMA: Palermo oggi. Giovanni, un bambino di dieci anni, giunge a scoprire che nella parola “famiglia” può annidarsi il male. Il bambino metterà in crisi il legame incondizionato con suo padre Vincenzo.

DURATA: 85 min.

NAZIONE: Italia.

GENERE: Drammatico.

PROIEZIONE: 28/03/2017
Sala Blu ex Carcere Borbonico
Avellino.