Festa del cinema di Roma 2017

 

Ospiti presenti nel video: Christoph Waltz, Rosamund Pike, Jake Gyllenhaal, Jeff Bauman, Nicola Guaglianone, Chuck Palahniuk, Ian McKellen, Joe Stephenson, Michael Shannon, Jennifer Lebeau, Enrico Brignano, Serena Rossi, Dakota Fanning, Ben Lewis, Manetti Bros, Daniele Misischia, Alessandro Roja, David Lynch e Mazinga.

Special Guest: DuckTales

 

Produzione video EdonèFilms
Riprese, foto  e montaggio Maurizio Venturiero

 

 

 

 

Annunci

Caselle Film Festival 2017 – giorno 2

https://www.facebook.com/plugins/video.php?href=https%3A%2F%2Fwww.facebook.com%2FCasellefilmfestival%2Fvideos%2F1092800480855800%2F&show_text=0&width=560

Il CFF è un festival dedicato agli audiovisivi a tema ambientale e naturalistico. Si propone di raccogliere le immagini più interessanti e di premiare gli sforzi ed il talento dei giovani, ma non solo, che investono la loro energia nel raccontare il verde che ancora ci circonda.

Il Festival attraverso l’arte cinematografica ha come obiettivo quello di porre l’attenzione su ciò che accade nel nostro mondo, con particolare riferimento a tutto ciò che oggi è ambiente.

Luogo di denuncia e riflessione: il cinema sull’ambiente inteso come mezzo di comunicazione internazionale, confronto oltre che contenitore di critica, sviluppo e promozione.

Mai come oggi, in particolare nella nostra regione nasce l’obbligo di pubblicizzare, sostenere, reclamizzare “materiale” che possa spingerci alla riflessione, che possa farci fermare a pensare su tutto quello che ci circonda.

Ambiente rubato, ma anche riconquistato. Come spazio fisico ma anche spirituale. Le pellicole devono tracciare un inconsueto percorso che prende le mosse “dalle opere di denuncia e dalla testimonianza di uomini e donne coraggiose impegnate nella difesa dei propri territori, per arrivare alla proposta di nuovi modelli di vita sostenibili o all’ipotesi di terribili scenari futuri”.

I film del festival dovranno seguire principalmente due criteri: grande attenzione alle opere di ’casa nostra’ e alle storie di finzione, cercando di affiancare al cinema del reale, il documentario, che finora è stato il ’portavoce ufficiale’ delle istanze ambientali.

Il Festival si tiene a Caselle in Pittari in Provincia di salerno, incantevole cornice paesaggistica, storica, culturale e naturalistica nel cuore del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano sulle risorgenze del fiume Bussento.

Grandi protagonisti del cinema nazionale parteciperanno alla kermesse, incontreranno i giovani protagonisti dibattendo attivamente con loro dando preziosi consigli.

La partecipazione alla rassegna, l’ingresso alle proiezioni dei film ed agli eventi in programma sono gratuite fino ad esaurimento dei posti a sedere disponibili.

Caselle Film Festival 2017 – giorno 1

REWIND…. #CFF2017 Day One. Video by Edonè Film Production

Il CFF è un festival dedicato agli audiovisivi a tema ambientale e naturalistico. Si propone di raccogliere le immagini più interessanti e di premiare gli sforzi ed il talento dei giovani, ma non solo, che investono la loro energia nel raccontare il verde che ancora ci circonda.

Il Festival attraverso l’arte cinematografica ha come obiettivo quello di porre l’attenzione su ciò che accade nel nostro mondo, con particolare riferimento a tutto ciò che oggi è ambiente.

Luogo di denuncia e riflessione: il cinema sull’ambiente inteso come mezzo di comunicazione internazionale, confronto oltre che contenitore di critica, sviluppo e promozione.

Mai come oggi, in particolare nella nostra regione nasce l’obbligo di pubblicizzare, sostenere, reclamizzare “materiale” che possa spingerci alla riflessione, che possa farci fermare a pensare su tutto quello che ci circonda.

Ambiente rubato, ma anche riconquistato. Come spazio fisico ma anche spirituale. Le pellicole devono tracciare un inconsueto percorso che prende le mosse “dalle opere di denuncia e dalla testimonianza di uomini e donne coraggiose impegnate nella difesa dei propri territori, per arrivare alla proposta di nuovi modelli di vita sostenibili o all’ipotesi di terribili scenari futuri”.

I film del festival dovranno seguire principalmente due criteri: grande attenzione alle opere di ’casa nostra’ e alle storie di finzione, cercando di affiancare al cinema del reale, il documentario, che finora è stato il ’portavoce ufficiale’ delle istanze ambientali.

Il Festival si tiene a Caselle in Pittari in Provincia di salerno, incantevole cornice paesaggistica, storica, culturale e naturalistica nel cuore del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano sulle risorgenze del fiume Bussento.

Grandi protagonisti del cinema nazionale parteciperanno alla kermesse, incontreranno i giovani protagonisti dibattendo attivamente con loro dando preziosi consigli.

La partecipazione alla rassegna, l’ingresso alle proiezioni dei film ed agli eventi in programma sono gratuite fino ad esaurimento dei posti a sedere disponibili.

Cine Prime: Presentazione di “Le Verità” al Cinema Partenio EdonèFilms

Giuseppe Alessio Nuzzo e Fabrizio Nevola presentano il film “Le Verità” al cinema Partenio.

 

Trama: Tornato dall’India dopo un viaggio d’affari, il giovane imprenditore Gabriele Manetti sente che la sua vita sta per prendere una direzione diversa da quella che ha sempre avuto. Il suo mondo, le certezze che la sua condizione sociale gli ha permesso di avere, lo stesso rapporto con la sua fidanzata e con i suoi amici non lo appagano più. Si accorge, però, di essere tornato dal viaggio anche con qualcos’altro: scopre, infatti, di aver acquisito la capacità di poter “vedere” oltre le apparenze, di poter prevedere il futuro.

Cine Prime – Giorno 4 – Proiezione di Un paese quasi perfetto e consegna del premio Cine Prime

 
CINE PRIME
L’idea alla base de Le giornate delle opere prime è quella di creare una inedita manifestazione per la promozione, la diffusione e l’approfondimento cinematografico per quanto riguarda le opere prime, ovvero il primo film di un regista.
Un’occasione di incontro e di scambio il cui obiettivo originario risiede nella scoperta dei giovani talenti della cinematografia italiana e nell’orientarsi nel vasto mare delle opere prime.
Aspirando ad essere un punto di riferimento importante per tutti gli artisti che decidono di cimentarsi con la regia cinematografica. Facendo della manifestazione una sorta di spazio di incontro tra gli autori esordienti, il pubblico, la critica e gli operatori del settore.
Non è un obiettivo secondario la promozione del cinema ingenerale nelle aree interne, quale è l’entroterra campano, privo di un’offerta adeguata nella sfera cinematografica.

TUTTE LE PROIEZIONI SARANNO PRESENTATE DAL REGISTA E VEDRANNO LA PARTECIPAZIONE DI ATTORI DEL CAST.

UN PAESE QUASI PERFETTO

REGIA: Massimo Gaudioso.

CAST: Fabio Volo, Silvio Orlando, Carlo Buccirosso, Nando Paone, Miriam Leone, Gea Martire.

TRAMA: In un piccolo villaggio verrà costruita una nuova fabbrica, a patto che gli abitanti convincano un medico a stabilirsi dalle loro parti. Motivati come non mai, gli abitanti elaborano un piano strategico per convincere il dottore.

DURATA: 92 min.

NAZIONE: Italia.

GENERE: Commedia.

PROIEZIONE: 02/04/2017
Sala Blu ex Carcere Borbonico
Avellino.

17426211_302062746879090_1230918209866282501_n17626319_302065746878790_5470476709169845639_n

Riprese di Maurizio Venturiero e Federico Curci
Montaggio di Maurizio Venturiero
PH. Fabio Stornaiuolo

Cine Prime – Giorno 3 – Ugo Gregoretti

Biografia di Ugo Gregoretti
Arguto e ironico osservatore di costume in televisione (da Controfagotto, 1960, a Il Circolo Pickwick, 1968, alle serie parodistiche Romanzo popolare italiano, 1975, e Uova fatali, 1977, all’omaggio a Zavattini scrittore, 1982, all’inchiesta Sottotraccia, 1991, dedicata all’Italia “minore” e seminascosta), ha dato tra l’altro al cinema I nuovi angeli (1962), film-inchiesta sui giovani, l’apologo fantascientifico Omicron (1963), due documentari (Apollon, una fabbrica occupata, 1969; Contratto, 1971) e l’autobiografico Maggio musicale (1990).

Nel 1980 debutta in teatro creando la Rassegna Benevento Città-Spettacolo, della quale rimarrà Direttore Artistico fino alla X edizione del 1989. Dirigerà dal 1985 al 1989 il Teatro Stabile di Torino. Si misurerà anche come regista lirico, mettendo in scena, tra le altre, nel 1976, una memorabile edizione de L’italiana in Algeri per la RAI. Nel 1998 ha messo in scena Purgatorio 98, una versione rivisitata del Purgatorio di Dante, che contiene elementi di contaminazione come l’uso del dialetto napoletano.

Nel 2006 ha pubblicato la sua autobiografia: Finale aperto. Il 15 maggio 2009 gli è stato consegnato il Premio giornalistico televisivo Ilaria Alpi, conferito alla carriera, quale “giornalista, autore teatrale e televisivo, regista, attore, sempre uomo d’alto impegno intellettuale e civile” [1]. Ha anche condotto la trasmissione televisiva della RAI Lezioni di design, dove si discuteva dei più importanti oggetti e costruttori di design[2]. Durante la sua carriera artistica e intellettuale è stato sempre legato al Partito Comunista Italiano.

Riprese di Maurizio Venturiero e Federico Curci
Montaggio di Maurizio Venturiero.

CINE PRIME
L’idea alla base de Le giornate delle opere prime è quella di creare una inedita manifestazione per la promozione, la diffusione e l’approfondimento cinematografico per quanto riguarda le opere prime, ovvero il primo film di un regista.
Un’occasione di incontro e di scambio il cui obiettivo originario risiede nella scoperta dei giovani talenti della cinematografia italiana e nell’orientarsi nel vasto mare delle opere prime.
Aspirando ad essere un punto di riferimento importante per tutti gli artisti che decidono di cimentarsi con la regia cinematografica. Facendo della manifestazione una sorta di spazio di incontro tra gli autori esordienti, il pubblico, la critica e gli operatori del settore.
Non è un obiettivo secondario la promozione del cinema ingenerale nelle aree interne, quale è l’entroterra campano, privo di un’offerta adeguata nella sfera cinematografica.

TUTTE LE PROIEZIONI SARANNO PRESENTATE DAL REGISTA E VEDRANNO LA PARTECIPAZIONE DI ATTORI DEL CAST.

Cine Prime – Giorno 3 – Proiezione Lettere a mia figlia e consegna del Premio Rita Ucci

Riprese di Maurizio Venturiero e Federico Curci
Montaggio di Maurizio Venturiero.

CINE PRIME
L’idea alla base de Le giornate delle opere prime è quella di creare una inedita manifestazione per la promozione, la diffusione e l’approfondimento cinematografico per quanto riguarda le opere prime, ovvero il primo film di un regista.
Un’occasione di incontro e di scambio il cui obiettivo originario risiede nella scoperta dei giovani talenti della cinematografia italiana e nell’orientarsi nel vasto mare delle opere prime.
Aspirando ad essere un punto di riferimento importante per tutti gli artisti che decidono di cimentarsi con la regia cinematografica. Facendo della manifestazione una sorta di spazio di incontro tra gli autori esordienti, il pubblico, la critica e gli operatori del settore.
Non è un obiettivo secondario la promozione del cinema ingenerale nelle aree interne, quale è l’entroterra campano, privo di un’offerta adeguata nella sfera cinematografica.

TUTTE LE PROIEZIONI SARANNO PRESENTATE DAL REGISTA E VEDRANNO LA PARTECIPAZIONE DI ATTORI DEL CAST.

LETTERE A MIA FIGLIA

REGIA: Giuseppe Alessio Nuzzo.

CAST: Leo Gullotta, Diane Patierno, Viola Varese.

TRAMA: È sera. Un uomo è intento a scrivere una lettera a sua
figlia…Cosa significa perdere la memoria?

DURATA: 12 min.

NAZIONE: Italia.

GENERE: Drammatico.

PROIEZIONE: 30/3/2017
Sala Blu ex Carcere Borbonico
Avellino.